In ricordo di Sergio Vecchio

La Fondazione Filiberto e Bianca Menna ricorda con stima e commozione Sergio Vecchio, l’artista che ha indagato figure e presenze del territorio dell’antica Paestum ridisegnando i confini tra passato e presente, mettendo in pratica quella che Filiberto Menna chiamava “l’archeologia del moderno”.

Vecchio si è inabissato nel profondo dei linguaggi dell’arte dove “è il dipingere e non il ritorno alla pittura” il mezzo con cui ha attraversato lo spazio e il tempo.

Non è mai stata una vocazione al passato e alla classicità tout-court quella dell’artista cilentano ma forse l’ossessione per le contraddizioni e le ambivalenze che caratterizzano in generale il “tempo dell’uomo”.

In ricordo di Sergio Vecchio
Tagged on: